Skip to main content

Ecco perchè la gente non entra nel tuo negozio



L’unico grande enigma della tua vita! Perchè la gente non entra nel mio negozio? Dove sbaglio? Che faccio? Parto? Qui fra poco dovrò chiudere battenti, troppe spese, troppe tasse, troppo tempo perso ad aspettare clienti che non verranno mai. Vabbè, vado a farmi uno shampoo!

negozio-vuoto-trovare-clienti

E così rimandi il problema e il giorno dopo sei di nuovo punto e a capo! Ti senti demoralizzato, prima le cose andavano meglio, prima era diverso, magari c’era gente che ti aspettava davanti la vetrina di prima mattina.

Cosa è successo? Perchè?

La gente è sempre uguale a 20 anni fa. Hanno sempre i soliti problemi e cercano sempre le solite soluzioni. L’uomo è fatto così fin dalla sua creazione.

Quello che è cambiato è il modo di come questa gente cerca le soluzioni ai propri problemi o il modo per ottenere quello che vuole a puro scopo ludico o per trascorrere un pò di tempo in pace.





Non dimenticare che la gente sei TU. Fai parte di quella gente. Anche tu hai i tuoi problemi e cerchi le soluzioni meno invasive e indolore possibile.

Tu come ti muovi quando devi comprare qualcosa? Quando ti serve qualcosa, quando hai bisogno di svuotare la tua mente. Cosa fai?

Ti serve un nuovo cappotto, il tuo è troppo vecchio. Cosa fai? Vai direttamente al tuo solito negozio di fiducia ( che pensi “di sicuro non ha questa nuova marca” ) o ne approfitti per fare una piccola passeggiata in centro e passi per il nuovo centro commerciale che ha di sicuro quello che ti serve? Lo cerchi online?

– Credo andrai in centro. Hai visto in Tv che Motivi ha proprio il cappotto che vuoi.

Lo fai perchè è inutile perder tempo da Giacomino, il tuo vecchio negoziante che non si aggiorna mai. Vai a colpo sicuro da Motivi al centro commerciale.

La storia di Giacomino

Giacomino però, poverino, quel cappotto lo aveva preso! Ha deciso quasi per magia, proprio settimana scorsa, di stare al passo con i tempi e ha fatto un bell’ordine fresco fresco per accontentare sta gioventù.

Lo scopri perchè una tua amica, per caso, lo ha preso proprio da Giacomino, e proprio il cappotto identico al tuo.





Lei lo ha trovato sotto casa, tu hai dovuto fare i chilometri per comprarlo.

Giacomino è felice, crede che la cosa funzioni basandosi solo su quel singolo episodio fortunato. Continua così a prendere merce nuova e a sperare sul passaparola.

Dopo un mese il vecchio commerciante si ritrova il negozio pieno di capi nuovi, una cassa quasi vuota e il solito grande enigma: Dove sbaglio? 40 anni nel commercio e adesso sembro un ragazzino inesperto.

E ancora: “Ho anche rinnovato scaffali, pittura, bagni e camerini, ma cosa vuole di più la gente?”

Un giorno per caso passa un ragazzino di nome Mimmuzzo, avrà avuto 16 anni, e per curiosità entra nel vecchio negozio presente nel suo quartiere da sempre. Il giovane credeva addirittura che Giacomino avesse chiuso da tempo, vedeva sempre la vetrina mezza appannata e in ombra e dentro tutto buio come non ci fosse nessuno. Pensava che forse Giacomino lo avesse trasformato in una sorta di rimessa personale o magazzino.

Mimmuzzo disse a Giacomino “ah, ma allora sei ancora aperto!”, Giacomino, che lo aveva quasi cresciuto fin da piccolo, gli diede uno schiaffetto sul collo e gli disse “E certo mimmuzzo! Sono qua da una vita” poi si gira a sistemare la nuova collezione e borbotta ” tutti sti giovani drogati! Guardano solo il telefonino quando camminano per strada!”

Il ragazzo fa un sorriso e dice a Giacomino ” Compà ti devi aggiornare! Se non sei su Facebook non sei nessuno oggi come oggi ! Se dici che stiamo sempre ‘Nfaccia a sto coso perchè non ne compri uno e ci fai vedere che sei vivo ancora? ”

Giacomino: ” Seeee, e secondo te io riuscivo a vedere sto battiscopa con le scritte minuscole, non so nemmeno cosa sia sto Freispuk! ”

Mimmuzzo dopo una grande risata fece una foto al negozio e pubblicandola su Facebook disse a Giacomino ” Mo ti faccio vedere che pensano i paesani del tuo negozio! ” e il vecchietto disse ” Statt fermo e fammi lavorare, va camina va! ”

Dopo pochi minuti arrivano i commenti e Mimmuzzo dice “Senti sè…”

“Oddio, Giacomino! Mi ci portava mio nonno! Ah però ha uno scaffale Motivi, bravo, bravo!”

” Quanti ricordi, una volta mi ha tirato contro uno stivale…eheheh gli avevo sporcato una camicia appena spacchettata col gelato! ”

” Noooooo Giacomino! Mimmo, non ti nascondo che lo cercavo al cimitero l’altro giorno ahahahhaha ”

” Mimmuzzo ma dove sei? Mo compri roba firmata? Bella comunque quella giacca! ”

Mimmuzzo: “Giacomì, vuoi vedere che pomeriggio ti viene a trovare qualcuno in negozio che vuole la giacca di Motivi?”

G: “Quindi mo, tu, in 2 secondi hai detto ai paesani che ho preso una nuova collezione? ”

M: “Certo, se mi ascolti un attimo ti faccio una pagina e facciamo una promozione, mi devi dare solo 50 euro e per fine serata tutto il paese saprà innanzitutto che sei vivo, poi che il negozio è ancora aperto e infine che hai addirittura una giacca di marca che la più vicina la trovano a 40km da qui!”

G: “50 euro! Ma si pazz!? Devi comprarti la droga? Non ho speso mai un centesimo in pubblicità e non lo farò certo adesso!”

M: ” Vabbù Giacomì, se ti porto gente me li dai domani, intanto fai fare a me e scattiamo 4 foto a sta collezione! ”

Giacomino allora accontenta il ragazzo e fa come dice, senza pagarlo ovviamente, non ci aveva pensato proprio!

La settimana dopo il vecchio incontra di nuovo il sedicenne, gli regala 100 € e gli dice di passare a inizio mese che prenderà anche Armani! Aveva venduto almeno 6 capi in 2 giorni, numeri che non vedeva da 10 anni a questa parte!

Morale della favola

Cosa fare per resistere con un negozio o qualsiasi attività a cui serve un pubblico:

  1. Solo una pagina Facebook aiuta ma non basta, devi curarla con grafiche professionali e promuovere i post verso il giusto pubblico
  2. Pubblicità, pubblicità, pubblicità ( o per gli altri sei morto )
  3. Investire su chi sa farla bene, volantini, vele, facebook, un proprio sito, basta essere “anche” online.
  4. Rinnovare il locale se c’è bisogno, basta con gli arredi anni 80 per favore!
  5. Luce, Luce, Luce, insegne nuove, cartelli, ambienti minimal e magari bianchi, puliti, luminosi
  6. Oggi devi urlare! Tutti lo fanno, devi farti sentire anche tu ma con stile
  7. No ai bazar di tutto di più ma pochi prodotti e presentati bene
  8. Se hai molti articoli pubblicizzane pochi per volta fino a pubblicizzarli tutti e bene anche dopo un anno!
  9. Sfrutta le occasioni e le ricorrenze, vetrine e pubblicità sempre nuove e mirate
  10. Mettiti nei panni del cliente. Cosa gli serve in questo periodo? Dove va a cercarlo?
  11. Sballati la roba vecchia, non di moda, svendila, fai beneficenza, metti annunci online, non serve più al cliente medio, magari organizza uno Svuota Tutto a 5 euro
  12. Punta a farti trovare su google e su google maps
  13. Se hai aperto da poco fai il possibile per non bruciarti subito
  14. Guarda la concorrenza e metti dei prezzi onesti
  15. Il cliente deve essere attirato da un’offerta per entrare. Una volta dentro puoi proporgli anche una Ferrari!
  16. Guarda come si promuovono gli altri, i grandi, cerca di imitarli in piccolo ma con un tuo stile, non copiare
  17. Investi il giusto, lo recupererai col tempo.
  18. Se aspetti il cliente non arriverà mai. Devi chiamarlo con la pubblicità
  19. Fai capire alla gente che hanno bisogno di qualcosa e che tu c’è l’hai!
  20. Non attaccarti al denaro, è solo uno strumento. Non devi indebitarti per la pubblicità ma essa è putrtoppo oggi, più che mai, l’anima del commercio

Adesso dirai: “Bravo questo a fare parole, a dare consigli! Vieni nel mio negozio, vieni a vedere come butto il sangue e se guadagno qualcosa al mese!”

Dimmelo se ho torto!

Hai ragione. Non sono così affermato da poter dare consigli ad un vecchio lupo del commercio come te.

Voglio solo dirti che le cose sono cambiate e stanno cambiando.

Se hai fatto tutto ciò che ho detto in questo articolo e non hai ricevuto riscontri positivi, dimmelo!

Voglio ascoltare la tua storia!

Sei come Giacomino o hai fatto qualcosa per riprenderti?

Commenta. Facciamo quattro chiacchiere!